Fantaformula 1 News Results Qualifying Results Race Classifica fantaformula1
Italian    Deutsch   
English   Franais  
Espaniol   Russian  
Portugus   Hindu  
Chinese   Romn  
 
Home
Login
TO JOIN
Lost Password?
Email
To search other users
Standings
Standings single race
Roll of gold
 

 

News Detail Page

Tom

31/10/2018 11:59:41 - Hamilton: “Vettel e Ferrari fortissimi, batterli è stata dura”


L’inglese rende onore ai rivali: “La gente ha visto solo la punta dell’iceberg, questa è stata la mia stagione più difficile perché Seb e le rosse erano i più veloci per la maggior parte della stagione. Orgoglioso del mio team, mai dubitato anche dopo GP duri come Cina e Canada” “Come ho festeggiato il quinto titolo? Sono tornato a Los Angeles dove c’erano i miei cani (Roscoe e Coco; n.d.r.) lunedì ho fatto riunioni tutto il giorno e la sera ho festeggiato con un cena con amici, tutto qui, sono soddisfatto, non mi manca niente”. La felicità è semplicità per Lewis Hamilton, il nuovo pentacampione della Formula 1. L’inglese, che in Messico si è laureato ancora iridato e ha raggiunto le 5 vittorie di Juan Manuel Fangio, ha raccontato le prime ore dopo il trionfo, per ricordare come non sia stato affatto facile, di quanto sia orgoglioso del suo team e di come la Ferrari sia stato un avversario durissimo. CHE SQUADRA — Lewis insiste molto sul lavoro di squadra: “Sono orgoglioso - ha detto - guardate cosa abbiamo raggiunto insieme. Dopo la gara ero con gli ingegneri, e abbiamo bevuto insieme, è stato fantastico vederli così uniti. Tutti hanno lavorato sodo e alzato il loro livello. Io sono un pezzo di una catena che funziona solo con tutti gli elementi, sono orgoglioso di aver fatto la mia parte, senza tutti la catena non funzionerebbe. Faccio parte di questo team da sei anni ormai, ho sempre creduto fosse possibile fare cose grandi con loro e adesso dobbiamo portare a casa il titolo costruttori”. LE SENSAZIONI — Lewis un ingranaggio, ma certamente uno dei più importanti. E ora è 5 volte campione, come ci si sente? “Penso mi servirà tempo per capirlo appieno - ha detto - quando si pensa a Fangio, che per me è il padrino dei piloti da corsa, non mi è ancora chiaro il legame dei 5 mondiali come lui, non mi pare reale. Resto umile e grato a tutti quelli che mi sono vicino, perché ci sono stati tanti di loro lungo questo mio viaggio”. Fonte: Gazzetta.it